22-03-2018

Attivata l’iniziativa “Libri Viaggianti”

Proges sostiene il progetto per portare i libri delle Biblioteche di Parma nelle case dei cittadini anziani e non autosufficienti

Raggiungere le fasce di popolazione più fragili portando nelle loro abitazioni i libri messi a disposizione dalle Biblioteche del Comune di Parma, per offrire l’opportunità di leggere, conoscere e volare con la mente: questo l’obiettivo di “Libri Viaggianti”, progetto che il sistema Bibliotecario del Comune di Parma attiverà con la collaborazione del settore Welfare. Un’iniziativa a cui Proges ha da subito aderito con entusiasmo.

La cultura - ha sottolineato l'assessore Michele Guerra - deve essere un servizio sociale, attorno al quale si sviluppa una comunità. Il progetto “Libri Viaggianti” permette a coloro che non possono raggiungere le biblioteche di contare su un servizio di libri a domicilio in una logica legata all'inclusione sociale e culturale”.

Apprezzamento è stato espresso anche dall'assessore al Welfare, Laura Rossi. “Grazie ad un'idea dell'assessorato alla Cultura prende avvio questo bel progetto in un'ottica volta a garantire diritti e bisogni delle persone con fragilità anche in ambito culturale, mettendo al centro il tema dell'inclusione. Si tratta di un servizio di qualità volto a migliorare la vita delle persone anche grazie alle cooperative coinvolte”.

Francesca Corotti, di Proges, ha ribadito che “il progetto rappresenta un'occasione per fare rete e raggiungere persone a domicilio offrendo loro un'opportunità in più”.

Portare i libri nelle case dei cittadini che non riescono a raggiungere in maniera autonoma le sedi delle Biblioteche, avendo difficoltà fisiche o disabilità, sarà ora possibile grazie alla all’azione attivata con i Gestori accreditati che si occupano del Servizio di Assistenza Domiciliare (SAD).

Il servizio sarà attivato in via sperimentale a partire dal mese di aprile 2018 e potrà proseguire fino al 31 marzo 2019. 

Gli utenti potranno richiedere i libri alla Biblioteca Civica Comunale telefonicamente, per mail oppure con una richiesta su modulo cartaceo tramite gli operatori delle cooperative sociali che provvederanno alla consegna dei libri nelle abitazioni degli assistiti e cureranno il ritiro dei libri da restituire alla biblioteca.