01-04-2019

Firmato il rinnovo del contratto CCNL della Coop. Sociale

Conferma la dignità del lavoro stabile per le persone e al contempo accoglie elementi di flessibilità organizzativa

È stato firmato il rinnovo del contratto CCNL della cooperazione sociale tra Confcooperative Federsolidarietà, Legacoopsociali e Agci Solidarietà con le parti sindacali FP-CGIL, FISASCAT-CISL, FPS-CISL, UIL-FPL, UIL TUCS.

Un contratto che conferma la dignità del lavoro stabile per le persone e al contempo accoglie elementi di flessibilità organizzativa, quali la banca ore e la stagionalità, il tutto al fine di comporre le istanze delle lavoratrici e dei lavoratori e la efficiente risposta ai bisogni dei cittadini utenti.

In virtù di questo, sono state inserite nuove figure come quella per l’aiuto domiciliare e dell’operatrice/ore dei servizi di istruzione/formazione e della continuità educativa 3/6 anni per rendere ancor più completa l’offerta di servizi alle persone, anziani, minori e per valorizzare le tante competenze presenti nel nostro paese.

Il rinnovo del CCNL si distingue anche per l’inserimento di tutele ulteriori nei confronti dei lavoratori quali il congedo per le donne vittime di violenza e genere, nonché il rafforzamento della garanzia della conservazione del posto di lavoro ai dipendenti in caso di gravi patologie oncologiche, cronico degenerative ingravescenti.

Ma cosa prevede il rinnovo?

Nel dettaglio, viene previsto un aumento di 80 euro al mese di salario a regime pari al 5,95% e 3 tranche di cui l’ultima a settembre 2020. Inoltre, è stata concordata l’erogazione di una tantum di 300 euro in due rate nel 2019 e un incremento dello 0,5% a sostegno della previdenza integrativa. In aggiunta, ha trovato valorizzazione, tramite un’indennità di funzione, l’affiancamento all’inserimento lavorativo delle persone svantaggiate e dato il giusto riconoscimento normativo a tutta la cooperazione sociale di inserimento lavorativo.

Infine, è stato sottoscritto un accordo nel quale le parti si impegnano a promuovere e valorizzare la completa applicazione di tutte le previsioni del CCNL nelle diverse sedi nazionali e territoriali al fine anche di garantirne la piena sostenibilità.