14-05-2018

“Puglia loves family”: la visione family audit portata avanti dalla Regione Puglia

Percorso di certificazione e iniziative volte alla promozione di attività mirate al benessere delle famiglie

Nel corso di questi ultimi anni anche la Regione Puglia ha attivato molteplici iniziative volte alla promozione di attività mirate al benessere delle famiglie, della parità di genere, delle pari opportunità, di conciliazione vita-lavoro e famiglia-lavoro. Una visione di Family Audit che si allarga e lascia spazio a interventi con un comune denominatore: dar vita a un territorio dove le famiglie possano trovare un’offerta mirata, di qualità e pensata per rispondere ai loro bisogni, producendo al contempo nuove opportunità di crescita all’intero sistema economico.

L’intervento più recente, riguarda l’adozione di un marchio di attenzione regionale “Puglia loves family” (DGR 55/2017) regolarmente registrato presso la CCIA di Bari, per il riconoscimento degli operatori che attuano misure family friendly verso i loro potenziali clienti e l’avvio del percorso di certificazione Family Audit per le imprese che adottano misure “family-oriented” verso i propri dipendenti.

Gli obiettivi sono principalmente due:

  • rafforzare le relazioni economiche e sociali aggregando sotto un cappello riconoscibile e comune i diversi attori in campo;
  • contribuire allo sviluppo locale mediante la creazione di un sistema accogliente che promuova il target famiglia in Puglia, facendo leva su un cambiamento culturale sia nelle politiche regionali, sia nel modo di fare impresa.

L’attività legata al marchio “Puglia loves family” è in piena implementazione anche grazie all’importante supporto operativo fornito dalle associazioni datoriali impegnate nelle attività di promozione e recruiting degli operatori.

Accanto al marchio, la Regione Puglia vuole avviare sul suo territorio il processo di certificazione Family Audit, gestito dalla Provincia autonoma di Trento. A tal fine, ha aderito a settembre 2017 all’Accordo interistituzionale siglato con il Dipartimento per la Famiglia della Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Provincia autonoma di Trento per la diffusione di tale standard fra le imprese pugliesi. L’Accordo prevede un supporto tecnico operativo da parte della Provincia autonoma di Trento alla Regione Puglia nella realizzazione di un percorso formativo per la preparazione di consulenti e valutatori Family Audit locali, insieme a un sostegno alla promozione della certificazione nelle imprese pugliesi. 

Al termine del percorso, e previo superamento dell’esame finale saranno conferiti, a seguito delle procedure amministrative previste, l’attestato di consulente e l’attestato di valutatore in materia di Family Audit che permetteranno l’iscrizione al Registro dei consulenti e dei valutatori dello standard Family Audit di cui alla legge provinciale 1/2011 “Sistema integrato delle politiche strutturali per la promozione del benessere e della natalità”

Per Info: www.tsm.tn.it